Le novità della precompilata 2017

Entro il 28 febbraio 2017 gli amministratori di condominio devono inviare all’Agenzia delle Entrate i dati relativi alle spese sostenute nel 2016 per interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati sulle parti comuni condominiali.

Detto invio dovrà essere effettuato tramite Entratel o Fisconline, direttamente dall’amministratore ovvero da un intermediario abilitato.

Le modalità tecniche per l’invio telematico delle comunicazioni sono stabilite con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate. Ad oggi risultano pubblicati sul sito Internet dell’Agenzia (in bozza) il Provvedimento, le specifiche tecniche nonché alcune FAQ che definiscono meglio il nuovo adempimento.

In particolare si evidenzia che l’amministratore di condominio è tenuto ad inviare un file contenente i dati relativi alle spese sostenute nell’anno precedente dal condominio, con riferimento agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati sulle parti comuni di edifici residenziali, nonché con riferimento all’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici finalizzati all’arredo delle parti comuni dell’edificio oggetto di ristrutturazione, specificando per ciascun intervento l’importo complessivamente sostenuto nonché l’ammontare imputato a ciascun condomino.

Le spese così comunicate saranno inserite dal Fisco nella dichiarazione precompilata 2017, che quindi si arricchisce di nuovi dati.